giovedì 7 marzo 2013

Punti di Vista | Etro | Primavera Estate 2013


La collezione Etro non aggiunge nulla di nuovo al panorama delle tendenze per la prossima primavera estate però va detto che è senza ombra di dubbio la collezione con le stampe più belle fra quelle che si ispirano all'oriente. 
L'azienda Etro nasce nel 1968, fondatore Girolamo Etro, detto Gimmo, in principio è una fabbrica tessuti per arredamento e abbigliamento e solo in seguito con i figli Jacopo, Kean e Veronica l'azienda lancia le sue linee di abbigliamento.
L'enorme archivio di disegni per tessuto, che Gimmo ha costruito con dedizione e passione, che ha saputo trasmettere anche ai figli, è la fonte primaria delle ispirazioni delle linee Etro.
Lo stile Etro, raggiunge i massimi livelli quando la stampa è piazzata sul capo, come nel caso del modello qui sopra , piuttosto che in all-over, gergo tecnico che significa un disegno ripetuto, esempio banale i pois.
Etro apprende l'arte del piazzamento delle stampe attraverso collaborazioni illustri, Couturier e Stilisti di tutto il mondo,  che negli anni hanno chiesto a Gimmo di realizzare le loro stampe,  per citarne alcuni: Kenzo, Ungaro e Valentino.
Ma mentre questi con il tempo, la crisi e i cambi di direzione, hanno scelto di abbandonare quasi completamente gli stampati Etro  e in questo caso i figli li rispolverano e di volta in volta l'archivio ricchissimo e variopinto è fonte primaria delle ispirazioni per le collezioni Etro.
Le stampe vecchie e nuove sono una vera e propria gioia per gli occhi di chi le guarda, va anche detto che non si ottengono facilmente anche se l'esperienza è decennale, come quella di Etro.
Va notato che la bellezza di certe stampe è pari solo all' attenzione quasi maniacale per la perfetta esecuzione di uno stampato, colori perfettamente calibrati e accostati ad arte, disegno e gusto che per Etro è da riscontrarsi nella assoluta sudditanza delle modellature, quindi non c'è da spupirsi se spesso tagli, cugni, cuciture vanno adattarsi alle stampe e non viceversa.