giovedì 12 gennaio 2012

Dalla Sala Bianca a Pitti Immagine Uomo.

Per alcuni forse la Sala Bianca di Palazzo Pitti a Firenze è una dei tanti siti artistici d'Italia che però per i professionisti della moda è un sogno che si realizza.
La Sala Bianca è un luogo magico nonchè importante per la moda italiana, dove, nel 1952 nacque il made in Italy, grazie ad un gruppo di couturier che mostrarono le loro creazioni davanti ai buyers americani invitati dal marchese Giovan Battista Giorgini.
Negli anni ’40 non esisteva una vera industria dell'abbigliamento italiana.
Nelle cittadine provate dalla guerra, si affacciavano le vetrine delle piccole sartorie che creavano pochi capi su misura.
Firenze da sempre meta di viaggiatori e commercianti inglesi e americani, offriva, già da allora un vivace tessuto culturale e artigianale.
La Sala Bianca e Palazzo Pitti è ancora oggi polo d'attrazione mondiale per chi lavora nella moda e vuole aggiornarsi sulle tendenze.
Nel 1988, dopo vari cambi al vertice, nasce la società Pitti Immagine, che ha come obiettivo di creare servizi alle aziende, divenendo un nuovo punto di riferimento fra le fiere espositive internazionali, con un particolare interesse per nuove tendenze, comunicazione ed eventi assieme all'interesse sempre attivo di rendere i prodotti italiani sempre più visibili al livello internazionale.
Terreno fecondo dei primi buying offices italiani, ancora oggi è l'avamposto dei department stores d'oltreoceano.
Da due giorni è iniziata la kermesse più interessante nel panorama della moda maschile, Pitti Immagine Uomo giunta alla sua ottantunesima edizione, terminerà domani e avrà accolto 23.100 compratori (quelli dell' ultima edizione invernale) dei quali 7.700 i buyer da tutto il mondo che faranno visita ai 1072 espositori.
Dalle prime stime, c'è un incremento di vendite nel mercato estero e meno accentuato ma in crescita anche quello interno, forse un piccolo segno di represa? Speriamo!
Intanto ieri ha sfilato la collezione uomo Valentino, Special Guest della manifestazione, ha presentato l'autunno-inverno 2012-2013 disegnato da Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli.
Nella cornice di Palazzo Corsini la collezione Valentino Uomo, vista dai 500 invitati nella sala, tra cui Franca Sozzani ha dato una nuova definizione al termine eleganza, lussuosa ma senza ostentazioni, ha un gusto contemporaneo anche nei capi più sartoriali che hanno un sapore di altri tempi e rimandano allo stile di Mastroianni nella Dolce Vita, camicie bianche cravatta sottile e nera, giacche dalla linea asciutta e ben delineata quasi inglese anche nei colori: Blu inchiostro, verde bosco, Grigio scuro, amaranto e nero.
Dettagli di stile pantaloni dalla linea asciutta con l'orlo corto che lascia ben vedere caviglia e scarpa con i lacci, il trench rigoroso e di pelle, meraviglioso nel colore verde.
La Maison Valentino intanto si aggiorna e da oggi in collaborazione con thecorner.com
lo shopping è online e in presa diretta poichè sarà possibile prenotare i look direttamente dalla sfilata. L’iniziativa si chiama "Reserve from the Runway” e darà la possibilità di prenotare in esclusiva, già da oggi su thecorner.com una selezione di capi d’abbigliamento e accessori della collezione Valentino Uomo A/I 2012-13.
















Sopra, incorniciati in nero, alcuni capi Valentino disponibili da subito su thecorner.com