mercoledì 11 gennaio 2012

Roberto Cavalli Campagna Pubblicitaria Primavera-Estate 2012

Presentata la nuova campagna pubblicitaria della collezione estiva di Roberto Cavalli, il fotografo è Steven Meisel.
Gli scatti sono stati realizzati a New York e ricordano molto quelli di Richard Avedon per Gianni Versace.
La somiglianza è accentuata dalla presenza delle modelle, Naomi Campbell, Karen Elson, Kristen McMenamy che avevano già lavorato alle celebri campagne di Versace/Avedon.
Fra loro la nuova promessa "Top Model", Daphne Groeneveld biondissima e con molto carattere posa fra le "Top" senza sparire fra di esse e per gli scatti dedicati agli occhiali fa sfoggio di tutta la sua grinta.
Fra i blog che seguo, molti commentatori urlano allo scandalo, additando Roberto Cavalli di aver fatto l'ennesimo plagio alla Maison Versace, ma sinceramente, anche fosse a me sembra che abbia copiato bene e comunque il risultato è un prodotto buono e qualitativamente alto in grado di fronteggiare un mercato nazionale e internazionale che, da molto, non osa, sopratutto da quando l'ombra della "Crisi" ha costretto molte aziende a "pulire", riducendo i costi di produzione al minimo.
Le lavorazioni "Couture" come i ricami e gli intarsi sono quasi spariti dalle passerelle e Roberto Cavalli con questa collezione ne fa un uso e quasi un abuso che è na gioia sapere che hanno lavorato per lui ricamatori destinati coi tempi che corrono a tagliare le spese, riducendo il personale.
Per continuare la mia linea difensiava a favore di Roberto Cavalli vorrei farvi notare che il repertorio barocco accostato al glamour rock ormai faceva già parte della sua tradizione anche in epoche in cui Versace non li usava, quindi direi che è ora di attribuirgli il merito di essere migliorato ad ogni collezione.
Nelle ultime due stagioni ha toccato l'apice della bravura anche nella costruzione sartoriale di alcuni capi come le giacche e capi in pelle.
Diamo a Roberto quel che è di Roberto! No?







Sopra due immagini di Richard Avedon per Gianni Versace.