mercoledì 28 settembre 2011

Sotto il segno della Medusa.

Solo una veloce occhiata alle sfilate ed emergono diverse tendenze, le più forti, quelle che balzano subito all'occhio sono il decorativismo barocco, le stampe macro con citazioni pop, Kitch e Lussuosa sfrontataggine che riportano alla mente le creazioni di Gianni Versace, quelle, per intenderci, fotografate da Avedon, indossate dalle Rockstars come dalle dive di Hollywood e non ultime le nuove star della passerella, le Top-model (termine coniato dallo stesso Gianni Versace).
Queste osservazioni mi sono venute vedendo la collezione Versace Couture Autunno-Inverno 2011 che ripesca dall'archivio i pezzi storici e li ripropone, con una serie di foto che ricordano i set di Vogue e delle più note campagne pubblicitarie della maison.
Guardando la collezione, rimango colpita dai pezzi più eccentrici e quelli "semplici" passano in secondo piano, l'ampia gonna rossa e il miniabito nero a motivi barocchi sono i miei preferiti.
La medusa colpisce ancora?
Sotto l'influenza della Medusa credo siano passati tutti quelli della mia generazione, almeno fino al 1997 anno in cui è morto e il gusto minimale degli anni novanta non ha riportato tutto a fogge d'abito più sobrie.
Molti di noi hanno svenduto, nei mercatini dell'usato camicie e capi in seta stampate con la medusa assieme a quel jeans in stile couture che con l'avvento di Diesel sembrava opera di uno psicopatico.
Ora riguardando quelle creazioni molti si dispiacciono di averle buttate, e da qualche mercatino qualcuno riesuma pantaloni in seta stampata vistosamente in stile Versace, indossandoli per la Vogue Fashion Night Out con camicia bianca, un fiocco colorato come cravatta, stivaletto e giacca tipo chiodo, una mise che avrei voluto fotografare.
E' quello che ha fatto Lady Gaga nel video "The edge of glory" veste alcuni dei pezzi più famosi, quelli della collezione bondage con bottoni dorati, della Haute Couture A/I 1992/93, e in alcune apparizioni veste camicie e pantaloni a stampe barocche.
Ecco che alla prima voce fuori dal coro, ma giusta, passa la parola e quello che era vecchio torna giovane e quindi di moda.
Roberto Cavalli ripesca dal suo archivio e a tratti la Medusa sembra vistosamente presente nei ricami e nella scelta delle stampe, il risultato è un barocco sontuoso come gli stucchi di Versailles, con spruzzi di colore sulle gonne a pieghe stampate e ricamate.
Blumarine gioca con un'unico modulo, la margherita, ripetendolo all'infinito con stampe, ricami ed effetti a rilievo con una tavolozza a tinte forti, che ricorda il segno delle celebri margherite di Andy Wharol, utilizzate anche da Gianni Versace in una celebre collezione.
Dolce e Gabbana sono bravissimi ad intercettare queste tendenze e in questa ci credono talmente da utilizzarla nella loro prima linea e anche per la seconda, D&G.
Per la primavera estate, il duo siciliano fa proprio il concetto di kitch mescolando al glamour una manciata di melanzane, aglio, pomodori e cipolle, i completi a metà fra diva e pin-up.
Il finale è una hit di costumi da bagno con ricami barocchi, la scenografia? La luminoria delle feste patronali.
Per la seconda linea scelgono i foulard per costruire la collezione rendendo psichedelica ogni uscita.
Se ci sono da fare affari H&M non è mai l'ultima a saperlo e non si lascia scappare la collaborazione con Donatella Versace, in prossima uscita per l'autunno-inverno una capsule collection in stile medusa (a prezzi popolari naturalmente) nei punti vendita H&M dal 17 novembre.




















Sopra alcune delle più significative collezioni e campagne pubblicitarie Gianni Versace.



Versace Couture A/I 2011-12







Sopra Lady Gaga Video in "The edge of glory" e alcune apparizioni pubbliche della cantante in cui veste Versace.