mercoledì 6 febbraio 2013

HC | CHANEL | primtemps été 2013





Karl Lagerfeld sceglie una scenografia naturale per far ammirare la sua collezione per Chanel.
Nel trasportarci nel sogno della Haute Couture decide di farci inoltrare in un bosco che è a metà strada fra quello stregato dei fratelli Grimm e quello gotico di certa letteratura di fine ottocento.
Del sogno in effetti c'è ben poco e nella collezione l'unico filo conduttore è il nero che segna anche gli occhi di ciascuna modella.
La collezione è una citazione di temi già noti e su ogni capo c'è l'immancabile firma del couturier, ricami, intagli, applicazioni, linee geometriche quasi spigolose e dettagli retro sono lo spazio e le forme per giocare con i colori feticcio dello stilista e della maison, il nero e il bianco.
Karl Lagerfeld ci fa immergere in una strana passeggiata popolata da modelle dal volto seminascosto e che hanno poco a che fare con i cinguettii rassicuranti in sottofondo, sono creature dark anche quando vestono di bianco, restie al sorriso, altere quanto ambigue, adornate di fiori e piume ma più simili a dei corvi che a dei passerotti.